Energia

Riduzione dei consumi energetici (GJ/t prodotto finito) dall’inizio del programma di monitoraggio e innovazione (2009-2019).
Riduzione dei consumi totali di energia elettrica (MWh/t) dall'inizio del programma di monitoraggio e innovazione (2009-2019).

Risparmiare energia e CO2, grazie alla cogenerazione

I processi di lavorazione di una cartiera necessitano di molta energia, sia termica, sia elettrica, che spesso viene garantita attraverso la presenza negli stabilimenti di impianti di cogenerazione dedicati. Favini dal 2009 ha all’attivo un sistema di analisi e monitoraggio della propria efficienza energetica, e si impegna a ridurre i propri consumi attraverso un piano di continui investimenti.
  L’impianto di cogenerazione dello stabilimento di Crusinallo consente di ottenere tutta l’energia elettrica e termica necessaria alla cartiera, con ridotte emissioni CO2.
Nello stabilimento di Crusinallo, per esempio, da gennaio 2016 è attivo un impianto di cogenerazione ad alto rendimento che produce la totale quantità di energia termica ed elettrica necessaria per il processo produttivo in maniera molto efficiente, con conseguenti minori emissioni di inquinanti e di gas ad effetto serra in atmosfera rispetto alla produzione separata di elettricità e di calore. Anche lo stabilimento di Rossano si è dotato di un motore di cogenerazione all’avanguardia.
Efficienza media di utilizzo del combustibile fossile (metano) grazie all’impianto di cogenerazione, rispetto a circa il 50% delle normali centrali elettriche.

La naturale forza dell'acqua

L'installazione di un impianto di cogenerazione non è stata l'unica azione intrapresa da Favini per evitare emissioni inquinanti e migliorare le proprie prestazioni. L'azienda ha infatti deciso di affidarsi anche all'energia elettrica autoprodotta tramite lo sfruttamento sostenibile di un corso d'acqua nei pressi dello stabilimento. Questo consente di ridurre ulteriormente l'impatto ambientale della cartiera.
Favini può contare sull’autoproduzione di energia rinnovabile grazie a due impianti idroelettrici.
Energia idroelettrica prodotta nel 2019. Di questa 26% è stato utilizzato per la produzione delle linee Crush e Remake e il restante 74% è stato utilizzato per lo stabilimento di Crusinallo o è stato venduto in rete.

Luci ad alta efficienza

Nella sede di Crusinallo l’intero impianto di illuminazione è costituito da lampade ad alta efficienza, che ottimizzano il flusso luminoso in base alle condizioni ambientali presenti e che hanno portato ad un elevato risparmio energetico legato all’illuminazione rispetto alla situazione precedente.
Energia risparmiata dal rinnovamento del piano luci ad alta efficienza (2010-marzo 2020). Il dato rappresenta il 46% del totale dell’energia risparmiata da Favini.

Titoli di efficienza energetica

I continui investimenti in efficienza energetica, con la sostituzione della pressa per la carta e l’adozione di una nuova pompa di calore, hanno permesso a Favini di ottenere certificati bianchi che sono poi stati interamente reinvestiti in nuovi progetti di efficientamento energetico.
Grazie a interventi e progetti di incremento dell'efficienza energetica, dal 2011 al 31 dicembre 2019 Favini ha ottenuto l'emissione di 8.327 TEE (Titolo di Efficienza Energetica).
I certificati bianchi, anche noti come “Titoli di Efficienza Energetica” (TEE), sono titoli che certificano il conseguimento di risparmi energetici