Blog

News

Refit: carta, moda ed economia circolare

30 Set
2019

Pubblicato in Specialità Grafiche

Dai laboratori ricerca e sviluppo di Favini a Luxepack Monaco 2019, fiera di riferimento per il settore del luxury packaging, arriva REFIT, la nuova carta realizzata con residui della produzione tessile di lana e cotone.

La spinta innovativa e una solida consapevolezza ambientale di Favini, hanno portato ad uno nuovo risultato, REFIT, la carta ecologica che si inserisce perfettamente in un contesto in cui il mercato è sempre più attento alla sostenibilità scegliendo soluzioni eco-friendly e materiali riciclabili.

In particolare, il settore del fashion dimostra una spiccata sensibilità per la sostenibilità ambientale, un esempio di questa tendenza è il Fashion Pact, firmato da 32 brand della moda nella quale l’industria mondiale del fashion dichiara la volontà di ridurre sensibilmente il suo impatto ambientale, optando sempre più per materie prime in pieno rispetto dell’ambiente. Refit, con il suo contenuto effettivo, concettuale e sensoriale che arriva proprio dal mondo del tessile, è la risposta alle esigenze di questo settore, un nuovo materiale per packaging e comunicazioni più green.

REFIT soddisfa le richieste più esigenti per un packaging ecologico di elevata qualità estetica e tecnica.

REFIT, la nuova carta ideata e prodotta da Favini, continua l’esperienza nel riuso creativo di materie prime alternative per la produzione di carte eco-sostenibili, intrapresa negli anni ‘90 con Shiro Alga Carta. Il suo brevetto fu anticipatore di un portafoglio di carte ecologiche innovative e uniche che si è arricchito nel 2012 con Crush, nel 2015 con Remake e ora con REFIT.

L’aspetto che accomuna queste carte dalla forte connotazione green è l’applicazione della filosofia dell’economia circolare per la loro realizzazione.

Scopri la storia delle carte Favini sviluppate secondo i principi dell’economia circolare, leggi l’articolo La storia del riuso creativo in Favini: le carte ecologiche nate da upcycling.

Sensazioni tattili diverse unite in un’unica e innovativa carta con sottoprodotti tessili: REFIT

La nuova carta REFIT, prodotta con fibre di cellulosa e fibre tessili della lana e del cotone, è un esempio concreto di simbiosi industriale che valorizza gli scarti industriali e sostiene la lotta allo spreco all’interno di una filiera virtuosa.

I cascami delle lavorazioni di filatura e tessitura che sarebbero destinati allo smaltimento in discarica, vengono recuperati e usati per realizzare il nuovo materiale REFIT, una carta con elevato valore estetico ed emozionale per la stampa e per l’imballaggio di pregio. Riutilizzando creativamente questi scarti nel processo produttivo della carta, si ottiene REFIT, una carta riciclabile e biodegradabile al 100%.

La carta Refit Wool è composta dal 15% di fibre derivanti dai sottoprodotti della filatura della lana.

La carta Refit Wool è composta dal 15% di fibre derivanti dai sottoprodotti della filatura della lana.

I residui di lana e cotone sono visibili sulla superficie e donano un aspetto unico. A livello tattile, la lana contenuta in REFIT WOOL stuzzica i polpastrelli con una ruvidità distintiva della linea, mentre il cotone dà un tocco morbido a REFIT COTTON.

Il contenuto della nuova carta REFIT prevede oltre al 15% di fibre derivante da sottoprodotti tessili, il 40% di cellulosa di riciclo post consumo certificata FSC® e 45% di fibre di cellulosa vergine certificata FSC®.

La carta Refit Cotton è composta dal 15% di fibre derivanti dai sottoprodotti delle tessitura e delle lavorazioni successive del cotone.

Per produrre la carta REFIT vengono utilizzati sottoprodotti del tessile di origine Italiana, che provengono dalla lavorazione di cardatura, filatura e tessitura. L’uso degli scarti industriali permette di limitare le materie prime vergini e promuove il riuso creativo di scarti e sottoprodotti, seguendo i principi dell’economia circolare.

La gamma si compone di cinque colori: Blue e Black per la linea REFIT WOOL ideale per stampe con lamine a caldo, serigrafie e clichè a secco; e i colori White, Pearl e Grey per le varianti REFIT COTTON, perfetta per tutte le principali tecniche di stampa.

Le grammature disponibili si estendono da 120 a 360 g/m2, offrendo una soluzione completa per la realizzazione di packaging e comunicazione stampata. Disponibili anche buste coordinate.

Resta aggiornato su Refit e le novità Favini, segui i canali social ufficiali e partecipa alla conversazione con l’hashtag #RefitFavini.

Sei un giornalista? Scarica la cartella stampa con le immagini HD.

 

Condividi questa notizia
Articoli più recenti