Blog

News

Ispirazioni da Venezia

21 Nov
2016

Pubblicato in Specialità Grafiche

L’argomento di questo post è il colore. Per addentrarci nel tema, iniziamo dall’Isola di Burano, localizzata nella laguna di Venezia e conosciuta nel mondo per le casette colorate, una sorta di ‘condominio orizzontale’ che va a comporre un’opera artistica variopinta.

I turisti, passeggiando sull’isola, spesso si interrogano sul motivo che spinge i proprietari a dipingere le proprie case.

Esistono numerose leggende curiose che rispondono al quesito, alcune più e altre meno verosimili.

Un dettaglio di una casa colorata dell'isola di Burano.

Un dettaglio di una casa colorata dell’isola di Burano.

Per esempio la leggenda più amata delle guide turistiche locali narra che i residenti di Burano, rincasando dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo, identificavano la propria casa grazie alle loro pareti sgargianti.

Un’altra storia, più romantica, racconta che i pescatori di Burano desideravano rimanere legati all’ambiente familiare anche durante la pesca in laguna scorgendo da lontano, e anche con la nebbia, la propria abitazione colorata.

La terza ipotesi, probabilmente la più attendibile, dice che la diversa colorazione descriva i limiti della proprietà. Ci si potrebbe anche imbattere in una casa con la mansarda intonacata di un colore e gli altri piani di un altro!

La vera origine in verità si perde nella notte dei tempi; ciononostante riflettendo sulle varie leggende, emerge un fil-rouge: la differenziazione. Il colore infatti è utilizzato per distinguere. Questo accade sull’isola di Burano così come in vari ambiti della vita quotidiana.

Pensiamo per esempio a quando ci si trova in un punto vendita. La nostra mente, quasi inconsciamente, in meno di 3’’ dà – o non dà – l’impulso per avviare il processo decisionale di acquisto. In questo brevissimo lasso di tempo entra in gioco solo la vista, intesa come colpo d’occhio. L’elemento che viene valutato non è il marchio, l’effetto tattile e tantomeno la qualità del prodotto, ma è prevalentemente il colore.

Esempi di uso del colore in alcuni loghi.

Esempi di uso del colore in alcuni loghi.

Alcuni brand non si limitano a giocare con il colore durante la fase di definizione del logo, bensì creano un vero immaginario aziendale attorno ad una specifica gradazione di colore. Si pensi ai famosi brand Valentino e Ferrari che colorano la nostra mente di rosso quando ci vengono menzionati!

I brand, una volta identificato il colore del proprio logo e della creatività dei singoli prodotti, sono consapevoli che il lavoro non è terminato bensì è in continua evoluzione. Quando parliamo di colori, infatti, parliamo in tendenze che variano nel corso dei decenni, anni e stagioni.

Favini, in quanto specialista di carte colorate, non può di certo esimersi dal considerare questo scenario in mutevole evoluzione. Anzi Favini cerca di trarne ispirazione e di anticipare i gusti del mercato.

Un esempio?

Passato e presente: i cataloghi della carta colorata Burano.

Passato e presente: i cataloghi della carta colorata Burano.

Una ventina di anni fa, agli esordi del brand Burano, il look del campionario aveva un rimando esplicito all’isola di Burano e uno stile che oggigiorno appare nostalgico. Il nuovissimo campionario Burano invece si presenta con una veste rinnovata, molto più fresca.

Le novità 2016 di Burano: i tre nuovi colori.

Le novità 2016 di Burano: i tre nuovi colori.

Il restyling 2016 della carta colorata Burano non si ferma alla copertina, bensì si espande ai contenuti.
Con la versione Burano 2016 infatti Favini presenta 3 nuove tonalità.

I nuovi colori di Burano sono:

  • Grigio Vulcano, che arricchisce ulteriormente la gamma dei grigi;
  • Rosso Fuoco, che aggiunge vigore all’ampia scelta di colori caldi;
  • Burano Deserto, per tutti i progetti che richiedono una tinta simil kraft.

burano-carta-moda

I nuovi colori saranno i protagonisti delle passerelle delle prossime stagioni, così come anche dei trend del design, arredamento d’interni, accessori moda, cosmetica e prodotti di lusso.

Condividi questa notizia
Articoli più recenti