Blog

News

Giulia Piras vince Posterheroes 2021

24 Set
2021

Pubblicato in Concorsi

Posterheroes festeggia 10 anni di concorso, attraverso un’esposizione che per la prima volta vedrà raccolti tutti i 401 poster selezionati dall’inizio dell’iniziativa e provenienti da ogni angolo del pianeta. Dimostrazione tangibile di come la grafica e la comunicazione sociale siano uno strumento potente per diffondere messaggi e per richiedere maggiori attenzioni ai diritti di tutte le persone.

In occasione della decima edizione del concorso di comunicazione sociale “Posterheroes”, durante i giorni del festival Graphic Days®, saranno esposti i poster vincitori delle 10 edizioni del contest promosso dall’associazione PLUG.

Dal 2012 sono state affrontate diverse tematiche sociali e ambientali: dall’uso delle risorse energetiche, alla produzione e consumo del cibo, dai diritti civili delle persone all’immaginare scenari futuri.

“Becoming e-Quals” è il titolo dell’edizione 2021, realizzata dall’associazione PLUG in collaborazione con la cartiera FAVINI e il Centro Internazionale di Formazione ITCILO: Posterheroes ha chiesto alla comunità di creativi e non di produrre dei manifesti che esprimessero la necessità e l’importanza di prevedere politiche inclusive legate all’uso degli strumenti digitali. Di recente infatti, è risultato evidente quanto l’uguaglianza si misuri nella possibilità di essere connessi, rimarcando la differenza con chi è escluso dal mondo digitale per ragioni economiche, infrastrutturali o di competenze.

Il vincitore assoluto del premio di 2500 euro è Giulia Piras. Il poster rappresenta la differenza tra gli eletti, coloro che hanno tutti gli strumenti per raggiungere una connessione Internet, e gli esclusi da questo privilegio. Gli eletti hanno la scala posizionata correttamente, a simboleggiare che sono nati nella giusta porzione del mondo; mentre gli altri non riescono a raggiungere l’obiettivo e cadono nel vuoto.

 

Favini sta ora sviluppando il calendario Posterheroes 2022. Tra le 40 opere vincitrici ne verranno selezionate 12 che saranno stampate su carte Favini selezionate.

 

Gli autori dei 40 progetti vincitori dell’edizione 2021 provengono da Italia, Turchia, Cina, Colombia, Argentina, Venezuela, Messico, Uruguay, Canada, Gran Bretagna, Svizzera, Portogallo, Bulgaria, Russia, Slovenia, Egitto, Iran, Mauritius, India.

Giulia Piras (Italia), Giada Gunetti (Italia), Riccardo Gola (Italia), Yeti Iglesias (Messico), Sergio Bohada (Colombia), Veruska Ceruolo (Italia), Shalom Joussef Diaz (Italia), Mara Pidello (Italia), Ivan Kashlakov (Bulgaria), Eduardo Davit (Uruguay), Anna Formilan (Italia), Natasha Mileshina (Russia), Sonia Adinolfi (Italia), Anna O’Rourke (Gran Bretagna), Erica Borgato (Italia), Alessandra Parodi (Italia), Carlotta Costanzo (Italia), Sanja Radakovic (Slovenia), Abdelrahman Elbadry (Egitto), Presmi Vyanen (Mauritius), Marco Giancarlo Pea (Italia), Nalan Kantar (Turchia), Alejandro Ortiz Particular (Colombia), Andreas Stettler (Svizzera), Fateme Moheysen (Iran), Matteo Cataneo (Italia), José Villamayor (Argentina), Sumedh Narnaware (India), Matteo Beda (Italia), Anqi Zhou (Cina), Renata Martinez (Venezuela), Alessandro Di Sessa (Italia), Angelica Beltran (Colombia), Junjie Su (Canada), Chen Jie (Cina), Luiza Amorim (Portogallo), Simone Zorzetto (Italia), Kutay Birdane (Turchia), Wenfeng Huang (Cina), Semih Oduncu (Turchia).

 

 

 

Condividi questa notizia
Articoli più recenti