Blog

News

Dalla frutta secca a Crush

29 Ott
2019

Pubblicato in Specialità Grafiche

Dopo aver scoperto il ciclo di vita di alcuni degli ingredienti alternativi di Crush – agrumi, caffè, lavanda, ciliegia, mais, uva – è arrivato il momento di raccontare il percorso di riuso creativo di mandorle e nocciole per la produzione della carta ecologica Crush di Favini.

In questo capitolo della rubrica Crush Story, che una volta al mese spiega il ciclo di vita dei sottoprodotti agro-alimentari che vengono utilizzati in ottica di economia circolare per produrre Crush, verrà svelato come si ottiene la carta a partire da mandorle e nocciole.

Secondo Coldiretti, in Italia si raccolgono circa 300 mila tonnellate di frutta in guscio all’anno, tra cui nocciole e mandorle. [1]

L’Italia è uno dei maggiori produttori mondiali di nocciole, tra il 2010 e 2018 le superficie coltivate a nocciola in Italia sono cresciute di quasi il 20% e la produzione è passata da circa 940 mila quintali a 1330 mila Q (+41%). [2]

Perché non utilizzare questa ricchezza anche per produrre carta ecologica valorizzandone gli scarti di produzione?

Tra i diversi utilizzi della mandorla, dall’alimentazione alla cosmesi, in Favini ne è stato inventato uno molto speciale: i residui micronizzati di questo frutto, così come quelli delle nocciole, vengono utilizzati per sostituire il 15% di cellulosa vergine per produrre carta secondo un modello di economia circolare.

Scopriamo insieme il ciclo di vita di questi frutti, fino alle carte Crush Mandorla e Crush Nocciola.

Crush Nocciola e Mandorla: case history di economia circolare, dalla frutta a guscio fino alla carta eco-sostenibile

La frutta a guscio viene solitamente raccolta e sgusciata per essere poi utilizzata nel settore alimentare per essere consumata come frutta secca oppure è possibile ricavarne ottimi prodotti derivati: latte vegetale, come il latte di mandorle e latte di nocciole; olio di mandorle e olio di nocciole; creme spalmabili a base di nocciola, farina di mandorle e di nocciole; oltre alla pasta di mandorle e alla pasta di nocciole.

Nel settore cosmetico, nocciole e mandorle vengono utilizzate per le loro proprietà naturali, in particolare l’olio di mandorle è apprezzato per le proprietà emollienti e viene utilizzato nella cura della pelle e dei capelli, mentre l’olio di nocciole è utilizzato come prodotto naturale per la pulizia del viso.

Gli scarti di queste lavorazioni industriali, formati dai gusci e dalle pellicine di mandorle e nocciole, vengono utilizzati come integratori per cibi animali finendo il loro ciclo di vita.

Crush Mandorla è la carta ecologica di Favini nata dal riuso creativo del sottoprodotto derivante dalla lavorazione delle mandorle.

Favini però, ha trovato il modo per trasformare questi scarti in risorsa preziosa rinnovabile e naturale e introdurli nel ciclo produttivo della carta, seguendo le logiche dell’economia circolare.

I residui micronizzati dei sottoprodotti di mandorle e nocciole vengono recuperati da Favini e valorizzati come materia prima nobile la produzione della carta ecologica di alta qualità Crush Mandorla e Crush Nocciola.

Crush Nocciola è la carta ecologica di Favini nata dall’upcycling degli scarti di lavorazione delle nocciole.

Grazie all’innovativo processo ideato da Favini, questo materiale micronizzato viene aggiunto al mix di ingredienti per la produzione della carta, andando a sostituire il 15% di cellulosa proveniente da albero.

Crush Story continua: le carte ecosostenibili e riciclabili per progetti creativi e di design

A questo punto le pellicine e i gusci di scarto assumono nuovo valore e nuova vita entrando nella filiera della carta, dove, grazie alle applicazioni realizzate con la carta ecosostenibile Crush saranno riciclate per produrre altra carta.

La copertina del catalogo d’arredamento Miniforms è realizzata con la carta ecologica Crush Nocciola.

Crush è ideale per essere utilizzata per creare molteplici applicazioni, come ad esempio packaging e cataloghi di design, immagini coordinate, inviti, notebook e progetti creativi che proseguiranno la loro vita in successivi cicli produttivi secondo un modello di economia circolare.

I packaging del cioccolato O Conaill sono realizzati con Crush, la carta ottenuta con sottoprodotti di lavorazioni agroindustriali, tra cui mandorle e nocciole, perfetta per avvolgere queste barrette di cioccolato.

La copertina del catalogo per la penna Cigar di Montegrappa è stato stampato sulla carta ecologica ottenuta con i residui di lavorazione delle nocciole, Crush Nocciola.

Lasciati ispirare da Crush di Favini per realizzare i tuoi progetti creativi nella board di Pinterest di Crush.

Hai usato la nostra carta ecologica Crush e desideri condividere sui nostri canali social il risultato? Scrivi a social@favini.com il tuo pezzo di storia di economia circolare.

Continua a seguire la rubrica Crush Story:

Clicca per scoprire di più su Crush e richiedere il campionario.

 

FONTI

[1] https://www.coldiretti.it/economia/consumi-10-boom-noci-pistacchi-mandorle

[2] https://www.nocciolare.it/ultime-notizie/nocciole-in-italia-aumenta-la-superficie-coltivata

Condividi questa notizia
Articoli più recenti