Blog

News

Dalle fave a Crush Cacao

27 Set
2021

Pubblicato in Specialità Grafiche

La nostra rubrica Crush Story racconta il ciclo di vita delle materie prime alternative che vengono utilizzate nel nostro stabilimento per produrre la carta ecologica Crush, in un’ottica di economia circolare.

In questi giorni a Luxepack Monaco, la fiera del packaging di lusso, abbiamo presentato l’ultimo arrivato nella gamma Crush: Crush Cacao che diventata ora disponibile a magazzino insieme alle varianti Agrumi, Uva, Ciliegie, Lavanda, Mais, Oliva, Caffè, Kiwi, Nocciola e Mandorla.

Ogni italiano consuma in media 4 chilogrammi di tavolette di cioccolato all’anno ed è un mercato da 3 miliardi di dollari. Negli altri paesi europei se ne consuma il doppio, con l’Estonia al primo posto. [1]

La pianta del cacao ha origini antichissime e i primi coltivatori furono i Maya intorno al 1000 a.C. ma solo dal 1500 d.C. si è diffuso anche nella civiltà europea.

Criollo, Forastero e Trinitario sono le varietà di cacao più diffuse da cui si ricava il cioccolato, uno degli alimenti più apprezzati da grandi e bambini. Ma chi l’avrebbe detto che si può usare anche per produrre la carta?

Scopriamo qui sotto il ciclo di vita del cacao dal frutto alla carta ecologica Crush.

Crush Story Cacao: dalla fava fino alla carta

Ma come viene prodotto il cioccolato?

Tutto inizia con una pianta tropicale, il Theobroma cacao. I suoi semi, le fave, vengono estratti dal frutto e vengono fatti fermentare. Successivamente vengono essicati e tostati. Dopo una fase di tritatura si ottiene quindi una granella che viene lavorata fino ad ottenere una pasta morbida.

 

Unendo zucchero, burro di cacao e altri ingredienti si ottiene poi la famosa tavoletta.[2]

Il guscio in cui è contenuta la fava viene riutilizzato in diversi ambiti. In Costa d’Avorio ad esempio viene utilizzato in un impianto a biomasse per generare elettricità. [3]

Può anche essere utilizzato per creare un compost nutriente per fertilizzare i campi. O ancora questi gusci possono essere bruciati e ridotti in polvere per ottenere una base per il sapone.

Successivamente, dal processo di lavorazione del cacao per produrre cioccolata si ricavano dei sottoprodotti comunemente utilizzati anch’essi come ammendante nell’agricoltura o per creare energia tramite combustione. In alternativa Favini ha trovato un modo per nobilitare questo scarto, ottenendo una preziosa carta: Crush Cacao.

Durante la fase di tostatura e successiva decorticazione delle fave di cacao, la buccia che le avvolge viene separata, diventando un vero e proprio scarto di lavorazione. Questi residui della produzione del cioccolato possono essere rivalorizzati come materia prima, per esempio si possono usare per la preparazione di infusi, ottimi per il cambio di stagione grazie alle loro proprietà antiossidanti.

Quale sottoprodotto utilizza Favini? La buccia della fava di cacao viene utilizzata per la realizzazione della nostra carta Crush. Viene micronizzata all’interno del nostro stabilimento e può così sostituire fino al 15% di cellulosa vergine. La carta che si ottiene rispetta i principi dell’economia circolare ed è di elevata qualità. Crush Cacao si aggiunge all’ampia gamma Crush che contiene i sottoprodotti delle lavorazioni del kiwi, mais, ciliegie, caffè, mandorle, nocciole, olive, uva, agrumi e lavanda.

Crush Cacao è la carta ecologica di Favini nata dall’upcycling degli scarti della lavorazione del cioccolato. È ideale per packaging e comunicazione.

Un prodotto che aveva concluso il suo ciclo di vita, viene reinserito in un nuovo processo produttivo seguendo le logiche dell’economia circolare.

scarica la scheda tecnica per avere i dati tecnici, i consigli di stampa e trasformazione.

La carta sostenibile adatta a progetti creativi e di design

Crush Cacao è adatta a tutti i vostri progetti editoriali e di packaging e infatti sono già stati realizzati i primi prodotti.

È stata utilizzata per avvolgere questa tavoletta di cioccolato di qualità, dando ancora più carattere al prodotto.

Quale miglior soluzione di Crush Cacao per impacchettare una pregiata tavoletta di cioccolato?

Ma anche usare Crush Cacao per creare dei notebook è un’ottima idea: divertenti, golosi e al tempo stesso sostenibili.

Favini è sempre pronta ad aprire le porte dei propri laboratori R&S per sperimentare nuove carte, in particolare quelle ecologiche. Per quanto riguarda il cacao, Domori, marchio che contraddistingue un eccellente cioccolato, ha collaborato con Favini per trasformare le proprie bucce di scarto in Crush Cacao Domori, una versione personalizzata della carta usata per una linea di packaging.

Hai usato la nostra carta ecologica Crush e desideri condividere sui nostri canali social il risultato? Scrivi a social@favini.com il tuo pezzo di storia di economia circolare.

Continua a seguire la rubrica Crush Story:

 

Una carta golosa e sostenibile, resa ancora più irresistibile dal suo aspetto tattile e visivo unico, capace di stimolare i sensi.

Richiedi qui il campionario aggiornato di Crush

[1] https://www.corriere.it/datablog/i-numeri-che-mangiamo/cacao/scheda-5.shtml
[2] https://www.focusjunior.it/ricette/come-si-fa-il-cioccolato/
[3] https://www.tag43.it/costa-davorio-cacao-elettricita-come funzione/#:~:text=Il%20cacao%20fornir%C3%A0%20elettricit%C3%A0%20alla,solo%20una%20parte%20della%20pianta.

Condividi questa notizia
Articoli più recenti