Blog

News

energia rinnovabile

Energia rinnovabile

10 Ott
2017

Pubblicato in Sustainability Channel

Traguardo storico per l’iniziativa lanciata da The Climate Group: sono ben 100 le grandi aziende a livello globale che si sono impegnate a raggiungere il 100% di energia rinnovabile. È questo infatti l’obiettivo della campagna RE100, che invita le grandi compagnie a scegliere l’economia sostenibile e a basse emissioni di carbonio.

Una pietra miliare per la transizione energetica, che dimostra come le rinnovabili stiano ormai crescendo in tutto il mondo, anche nel comparto industriale. Grazie alle ultime adesioni, si è raggiunta la quota di 146 terawattora di domanda di energia rinnovabile, elettricità sufficiente ad alimentare l’intera Polonia.

Energia rinnovabile: 30 su 100 sono aziende tra le più influenti al mondo

Tra le 100 aziende che si sono impegnate, sono almeno 30 quelle inserite nella classifica Global Fortune 500, la lista dei gruppi economici più influenti sul pianeta, che vanno dai settori dell’information technology all’industria dell’automobile. Gruppi come Google, Apple, AXA o Wallmart, hanno infatti scelto di sostenere le rinnovabili.

“Ora stiamo invitando queste compagnie a fare un ulteriore passo avanti, invitando i fornitori e coloro che operano negli stessi settori a fare altrettanto, in modo tale da accelerare la transizione dai combustibili fossili alle rinnovabili e mantenere il riscaldamento globale bel al di sotto dei due gradi Celsius”, ha dichiarato Helen Clarkson, direttrice esecutiva di The Climate Group.

L’intera linea di carta ecologica Crush di Favini è prodotta con energia rinnovabile.

Anche Favini si impegna nell’incrementare l’utilizzo di fonti rinnovabili, in particolare sfruttando l’idroelettrico. L’intera linea della carta ecologica Crush, ad esempio, è prodotta utilizzando energia rinnovabile autoprodotta.

Per approfondire questo argomento, consultare la sezione Energia del Sustainability Channel: http://www.favini.com/sustainability-channel/ 

Per approfondire questo argomento, consultare la sezione Energia del Sustainability Channel

Condividi questa notizia
Articoli più recenti