Blog

News

Seitzinger in Visual book Aperitivo Burano Favini

Tra storia e stampa

28 Set
2017

Pubblicato in Specialità Grafiche

Elisa Seitzinger, illustratrice che ama disegnare donne coi colori dei tarocchi (che a farci caso sono pure gli stessi colori del Bauhaus!), apre il visual book Aperitivo con un’immagine di forte impatto: una strega-alchimista del Medioevo. Qual è il nesso con il tema?

Prosum – Prodes – Profui – Prodesse – Prosit!

Il verbo latino da cui deriva Prosit significa faccia bene, giovi, sia a favore. L’usanza salutare dell’aperitivo, intesa come la consumazione di una bevanda in grado di “aprire” la sensazione della fame (dal latino aperitivus, che apre) affonda le sue radici nella Grecia classica e nella Roma antica, in cui si usava bere vino addolcito con miele oppure vino in cui erano lasciati macerare erbe e radici come assenzio, ruta e dittamo.

Dal Medioevo l’aperitivo diventa simile a una “scienza alchimistica”, o meglio la farmacologia erboristica scopre che le sostanze amare stimolano le secrezioni salivari e quindi l’appetito.

Dall’infittirsi dei rapporti con l’Oriente e con le scoperte geografiche si sperimenta il vino aromatizzato con le spezie: chiodi di garofano, rabarbaro, pepe e mirra. Alla salute!

La strega-alchimista dell’illustratrice Elisa Seitzinger. Dall’idea alla stampa serigrafica 3 colori su Burano 11 Light Gold/Oro

La strega-alchimista dell’illustratrice Elisa Seitzinger. Dall’idea alla stampa serigrafica 3 colori su Burano 11 Light Gold/Oro

Per replicare l’opera della Seitzinger su Burano 11 Light Gold/Oro è stata scelta la tecnica serigrafica: un primo passaggio di bianco, un secondo di rosso Pantone 711C e in chiusura il nero.
In fase di pre-stampa, al fine di evitare effetti di un fuori registro, è stata applicata la tecnica del trapping, ossia l’ispessimento di alcuni tratti neri al fine di sovrastampare leggermente i colori adiacenti riempiendo con abbondanza i bordi.

Botany

Secondo la visione dell’illustratrice taiwanese Tai Pera, i soggetti che ha rappresentato sono più medicine che spezie.
La noce moscata? Ha scoperto qui in Italia che la teniamo in cucina anziché nella cassetta dei medicinali! E il rabarbaro? Tai Pera ci svela che “non lo avevo mai visto fresco da noi, solo secco e usato come cura”.

“Botany” di Tai Pera stampato in offset CMYK su Burano, 11 Light Gold

“Botany” di Tai Pera stampato in offset CMYK su Burano, 11 Light Gold

Il risultato di stampa è ottenuto grazie all’interazione tra gli inchiostri litografici e il colore della carta Burano scelta come supporto. La trasparenza degli inchiostri ha permesso al giallo della carta di trasparire rendendo più vividi i soggetti.
In un primo test di stampa, è emerso che un eventuale fondo bianco prima della stampa in quadricromia avrebbe appiattito il risultato finale. Un esempio di come una carta colorata utilizzata in stampa offset riesca a migliorare il risultato finale.

Aperitivo a inizio ‘900

La giovane Sara Ciprandi, che si sta facendo strada nel mondo dell’illustrazione, ci invita a partecipare ad una scena dell’aperitivo a inizio ‘900, fra sete cangianti e tessuti lussuosi.
Calzoni alla turca, tuniche, kimoni e turbanti, carezze di piume e bagliori di perle e pietre preziose: una fotografia fedele allo stile dell’epoca.

“Cin cin!” Un’istantanea in b/n illustrata da Sara Ciprandi stampata in offset a 3 colori su Burano 80 Grigio Vulcano.

“Cin cin!” Un’istantanea in b/n illustrata da Sara Ciprandi stampata in offset a 3 colori su Burano 80 Grigio Vulcano.

Per riprodurre in stampa l’illustrazione, è stata scelta la tecnica litografica: pochi colori, dosati sapientemente per un risultato in bianco e nero con accenti di Pantone 877 argento.
Essendo il supporto di stampa in Grigio Vulcano, il nuovo intenso colore della gamma di carte colorate Burano, l’inchiostro litografico bianco lascia trasparire riflessi quasi argentei. Ti piace il risultato?

Branding

Lo sviluppo dell’abitudine di incontrarsi per sorseggiare un aperitivo, ha dato vita ad un florido mercato che ha spinto le aziende a differenziarsi dalla concorrenza e ad affermarsi nella mente dei consumatori.
Ciò portò nei primi del Novecento e a seguire una cura maniacale per le etichette, il packaging e i collaterali: artisti di gran fama sono stati chiamati ad abbellire i materiali di marketing di aziende famose tutt’ora per i loro aperitivi.

L’opera di Nicola Iannibello tuffa la nostra mente negli anni in cui la comunicazione era una vera forma d’arte.

“Come descrivi la tua opera, da dove hai preso ispirazione?”

“Il periodo Futurista… movimento ed azione, innovazione e futuro, velocità e forza… ma il tempo per un aperitivo, per sostare e rilassare quei muscoli sempre tesi, per vivere la mondanità del momento, per bere magari un Campari insieme a menti illuminate nei caffè di Milano, quello si, c’era e continuerà ad esserci sempre.
Omaggiare Fortunato Depero e i suoi lavori per la famosissima bevanda per raccontare il progetto Favini, sembrava la cosa più giusta da fare.
La carta scura Vulcano, su cui lavorare e sperimentare con la serigrafia e colori coprenti, ha reso tutto molto intrigante, per un progetto innovativo e sempre alla ricerca di nuove soluzioni.”

La protagonista del visual creata da Nicola Iannibello, ribatezzata Sig.ra Tramezzina, stampata in serigrafia.

La protagonista del visual creata da Nicola Iannibello, ribatezzata Sig.ra Tramezzina, stampata in serigrafia.

La stampa di quest’opera è stata una sfida: situazioni climatiche estreme e ben 4 passaggi serigrafici. La sequenza di stampa ha previsto: un primo passaggio di bianco, a cui sono seguiti ulteriori tre passaggi con inchiostri Kiian, Pantone 186 rosso (dove si sovrappone al bianco appare come da pantonario, altrimenti sembra 187), Pantone 334 verde e Pantone 188 rosso scuro.

Per evitare l’indesiderato effetto moirè, la tavola è stata stampata a 48 linee, anziché un valore inferiore.

Tappi travisati

L’ironia di Elyron diventa effervescente! Lo studio torinese famoso per LePalle.it, si è soffermato a osservare un aperitivo: “Gli aperitivi in bottiglietta sono oggetti di un mondo minore, che sopravvive nei bar di periferia con i neon giallognoli oppure in basso negli scaffali dei minimarket. Ci raccontano di happy hours da tinello, di scodelle in plastica con patatine spugnose al formaggio, di canottiere spavalde e briciole sul divano. Gli aperitivi in bottiglietta si chiamano come i loro fratelli maggiori, ma i loro nomi sono distorti da sguardi presbiti o distratti dalla vita che passa. Che grande affetto ci fanno provare, gli aperitivi in bottiglietta.”

Elyron “stappa” un sorriso con i tappi stampati su Burano 79 Rosso Fuoco. Stampa litho 2 colori con effetto wet

Elyron “stappa” un sorriso con i tappi stampati su Burano 79 Rosso Fuoco. Stampa litho 2 colori con effetto wet

Il Pantone 877 argento e il nero lasciano spazio alla carta di base, Burano Rosso Fuoco, come se fosse un terzo colore di stampa. L’effetto speciale? Una vernice serigrafica trasparente UV simula gocce sui tappi.

Ti è piaciuto questo post? Potresti essere interessato anche a:

  • Scopri tutti i 35 colori della gamma di carte colorate di Favini: vai alla pagina ufficiale di Burano
  • Cerchi ulteriori ispirazioni per utilizzare Burano? Vai alla board di Pinterest: prodotti editoriali, packaging e tanto altro.
  • Stampare su carta colorata: la prima di quattro puntate dedicate al nuovo visual book Aperitivo firmato da 14 illustratori. APERITIVO a colori
  • Dai tradizionali bacari di Venezia, ai cafè europei alle metropoli. Illustrazioni sul tema Aperitivo stampate su Burano: Un viaggio a colori
  • Grandi personaggi del passato si incontrano nel visual book Aperitivo di Burano: indovina chi sono e le tecniche di stampa: Serigrafia, litografia e lamina

Continua a seguire il blog Favini e i nostri canali social con l’hashtag #AperitivoFavini

Condividi questa notizia
Articoli più recenti